TRENTINO

Val di Non: una vacanza ideale per famiglie

scritto da A N G E L A

Quando dico montagna penso al Trentino, dove ormai sono di casa. Se dico Trentino penso solo alla Val di Fiemme e Val di Fassa che occupano un posto speciale nel mio cuore. Questa regione è grande ed estesa e caratterizzata da diverse vallate. Complice un’estate particolare, decido che avrei scelto una zona diversa dove trascorrere le mie ferie di agosto in famiglia.Mai come in questa estate “ limitata” volevo andare in un luogo pieno di verde, di laghetti, boschi e sentieri per rigenerarmi e fare il pieno di ossigeno.

Se dico Val di Non cosa vi viene in mente?

E certo…le MELE!!! Leggo, spulcio in rete e faccio incetta di informazioni, non voglio farmi sfuggire nulla, voglio vedere tutto quello che questa, a me sconosciuta vallata, ha da offrirmi.

La Val di Non è una valle del Trentino, situata nella parte nord-occidentale della provincia autonoma di Trento e come mi aspettavo è costellata da meleti, le bellissime mele che vediamo sui banchi di frutta al supermercato. Passeggiando tra i meleti mi accorgo di come siano belle, perfette, quasi finte, mi sono addirittura fermata per controllarne la consistenza, la forma e il colore. Erano perfette.

Le attività da fare sono tantissime e noi ci siamo limitati a fare quello che era nelle nostre capacità in una settimana e soprattutto a portata dei nostri figli che con sommo piacere di mamma, per questo ne vado profondamente orgogliosa, sono dei gran camminatori, abbiamo macinato km e km, ogni giorno, portando allo stremo delle forze il papà, non abituato troppo ai nostri ritmi vacanzieri.

C’è un elenco lunghissimo di cose da fare in Val di Non, ho fatto una selezione appunto di quello che ci ispirava di più, facendo un mix tra le attrazioni assolutamente da vedere e quelle più green, certamente la mia parte preferita, benchè non abbia il pollice verde adoro stare nei boschi, guardare alberi, piante e fiori. Non mi posso certamente lamentare, ho fatto vissuto tutto questo in una settimana.

Per una famiglia come noi: mamma, papà e due bimbi piccoli, i percorsi e le attività da fare sono tante e c’è l’imbarazzo della scelta:

– Abbazia di San Romedio: un antico monastero dedicato all’eremita San Romedio, costituito da cinque chiese costruite a ridosso di una parete rocciosa e 130 scalini li unisce. Si racconta che tutte le strade portino a San Romedio, sembra una barzelletta ma una volta arrivati in Val di non, noterete che tanti cartelli indichino la strada verso questo santuario.

– Cascata di Tret, un’affascinante cascata alta circa 70 metri, una camminata piacevole su sentiero in discesa vi porterà davanti a questo spettacolo naturale.

– un pomeriggio ai laghetti di Masi, ci siamo stati al ritorno dalla cascata, giusto per fare una sosta merenda con i bimbi sul prato accanto al laghetto. Uno è decisamente artificiale e l’altro è naturale. C’è un piccolo pontile che se fosse stato un po’ più lungo ricordava quello memorabile di Dawson’s Creek, o almeno, a me sembrava.

– Castello di Thun, imperdibile castello, o meglio “ Il castello”. Non si può venire in questa vallata senza farci un salto. Quello che mi ha colpito maggiormente sono stati i giardini meridionali, un prato erboso scolpito, sullo sfondo del castello le montagne, una location perfetta per matrimoni. Sempre nel mio immaginario.

– Lago di Tovel, lo volevo vedere da tanto tempo, ne ho sentito parlare infinite volte e questa, che era una tappa che volevo vedere subito è stata l’ultima delle vacanze. Il giro intorno al lago ci ha dato il colpo finale con una camminata pianeggiante ma non di certo breve. Alla sera avevo piedi, gambe e schiena a pezzi ma è stato così surreale visitare il lago Tovel. Un tempo si tingeva di rosso a causa di un’alga che conferiva questa tonalità, un fenomeno che è andato via via scomparendo per la diminuzione di questa alga nelle sue acque.

– passeggiata alle Regole di Malosco. Immaginate la casa nella prateria.Ecco, mi sono sentita Laura Ingalls mentre correva con i fratelli tra i prati di questo angolo di paradiso. Situata appena sopra al nostro hotel, in 5 minuti di macchina attraversiamo dei boschi che ricordano le foreste canadesi, quel giorno era iniziato con delle nuvole minacciose in cielo per poi lasciare spazio ad un cielo immensamente azzurro.

– trekking nel parco fluviale del Rio Novella. Un must imperdibile, un’avventura per grandi e piccini, un turbinio di emozioni, meraviglia vi accompagneranno per tutte le due ore di percorso in mezzo al canyon.

– Lago Smeraldo, una sosta pranzo in uno dei due hotel vicino al laghetto e per chi vuole la passeggiata che da Fondo porta a Rio Sass, un altro canyon molto bello ma che ci siamo riservati di fare in un’altra occasione.

– Giardino della Rosa, io che amo i fiori e le piante, sono fuggita in questo giardino “ segreto” per un’ora circa, da sola, per immergermi nei profumi di rosa e lavanda, in un contesto eccezionale.

Avete visto quante cose si possono vedere e fare in val di Non?

E’ una valle adatta a famiglie con bambini, ogni giorno si può decidere che avventura affrontare, la nostra in famiglia è stata perfetta…così che mio marito ha definito la nostra prima vacanza a 4 in montagna d’estate. PERFETTA.

Vi ho convinto? Scriverò post più approfonditi per ogni tappa che abbiamo visto con suggerimenti e mie impressioni personali. Ora più che mai comprendo la bellezza del Trentino e sempre più mi convinco che la montagna faccia davvero bene al cuore ma soprattutto alla mente di tutti noi.

2 pensieri su “Val di Non: una vacanza ideale per famiglie”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...